Il Giardino che non c'è

Uno spazio pubblico creato a partire dal punto di vista dei bambini

Creato da: TaMaLaCà Srl
  • Giardino Che Non Ce.Jpg
Anno scolastico 2012-2013
Il progetto è stato ideato e realizzato da Tamalacà, in collaborazione con la scuola primaria di Via Gorizia – V° Circolo Didattico di Sassari, nell'ambito di un'iniziativa più ampia finanziata dalla Regione Autonoma della Sardegna e dalla Provincia di Sassari e coordinata dal V° Circolo Didattico.

L’idea alla base del progetto era quella di costruire, attraverso micro-trasformazioni del cortile, uno spazio pubblico aperto alla città a partire dal punto di vista dei bambini. L’intervento ha infatti interessato una porzione del cortile scolastico non utilizzata dai bambini perché percepita come degradata e pericolosa.

Il progetto si è posto quindi l’obiettivo di trasformare lo spazio e di restituirlo ai bambini e all’intero quartiere di Prunizzedda (particolarmente bisognoso di verde). Le attività si sono articolate in due fasi distinte ma strettamente collegate:
1. i laboratori di progettazione partecipata: durante l’intero anno scolastico, i bambini di 4 classi hanno lavorato insieme ai progettisti di TaMaLaCà per ripensare lo spazio.
2.la realizzazione: sulla base delle idee elaborate dai bambini nei laboratori di progettazione partecipata, lo spazio è stato completamente ripensato. Nell’ambito di un cantiere durato 3 giorni, i progettisti – aiutati dai bambini e da alcuni abitanti del quartiere – hanno realizzato micro-orti mobili, percorsi, spazi per la sosta e pareti interattive, trasformando il "giardino che non c'è" in uno spazio multifunzionale (dove non solo si può giocare ma anche incontrarsi, imparare e realizzare piccoli spettacoli).

Nell’ottica di aprire il cortile scolastico al quartiere (e con l’obiettivo di trovare qualcuno che potesse prendersi cura degli orti nei periodi di chiusura della scuola), sono stati poi coinvolti gli anziani ospiti della casa di riposo confinante, che hanno aiutato i bambini nella piantumazione.