Scuola ti voglio bene comune

Un'alleanza tra scuola e territorio per favorire l'integrazione e la coesione con i cittadini

  • Scuola Ti Voglio Bene.JPG
Dirigenti scolastici, insegnati e genitori hanno dato vita all'associazione " Scuola ti voglio bene comune " presieduta da Paola Bosi. Ecco alcuni dei suoi obiettivi:

- sostegno didattico rivolto ai soggetti più svantaggiati, particolarmente penalizzati anche dalla mancanza di risorse;

- organizzazione di laboratori o di progetti didattici in orario scolastico ed extrascolastico, con particolare attenzione alla territorialità come campo di forze storiche e culturali oltre che fisiche e ambientali in senso stretto; - organizzazione di gruppi di studio, di ricerca e di riflessione didattica con la partecipazione di volontari, insegnanti ed esperti del settore;

- promozione di incontri pubblici di formazione e informazione come momenti di riflessione collettiva ed educazione permanente, per strutturare un’azione locale attenta alla complessità del contesto globale in cui si inserisce;

- organizzazione e coordinamento delle attività di manutenzione e di supporto agli interventi sulle strutture scolastiche quali, ad esempio, manutenzione dei cortili delle strutture di gioco e cura del relativo verde, piccoli interventi di tinteggiatura senza utilizzo di ponteggi, piccole

- riparazioni, realizzazione di impianti per la trasmissione dei dati, piccole manutenzioni eseguibili con attrezzature manuali o attrezzi di tipo hobbistico, allestimento, montaggio e gestione dei punti di ristoro, predisposizione degli spazi ludici, laboratoriali e ricreativi durante e in preparazione delle feste realizzate negli edifici scolastici e loro pertinenze;

- organizzazione e coordinamento delle attività di raccolta e di utilizzo delle risorse

Tra gli allegati al progetto: un abstract dello statuto e un libro al quale alcuni dei fondatori hanno lavorato per descrivere e testimoniare il percorso di partecipazione incentrato sul tema del contributo volontario, " occasione" per avviare buone pratiche e percorsi volti a sviluppare, per l'appunto, partecipazione e soprattutto " cittadini consapevoli" anche dentro le scuole. A Capannori si è dato inoltre vita al "Patto per la Scuola" ( istituti Scolastici, Amministrazione Comunale, Associazioni del territorio ), un sistema integrato dell'Istruzione per condividere risorse, avviare progetti comuni, stipulare un piano dell'offerta formativa integrato.

Documenti allegati